Marketing

Remarketing dinamico e Retargeting: 5 consigli utili per non perdere mai un cliente

Remarketing dinamico e retargeting

Circa il 97% degli utenti che avviano un processo di acquisto sul web, alla fine non lo concludono.

I motivi per cui un acquisto sul web non viene portato a termine sono molteplici e non imputabili unicamente alla qualità del prodotto offerto o alla credibilità dell’azienda che lo propone: l’utente del web, si sa,  ama guardarsi intorno, confrontare prezzi e opinioni, cambiare idea: il suo comportamento non è assolutamente prevedibile o modificabile.

Oggi però con il remarketing e il retargeting una azienda può “inseguire” tutti quegli utenti che sono passati per il proprio sito, hanno visualizzato e magari aggiunto al carrello prodotti ma non ne hanno concluso l’acquisto.

Attivare una procedura di remarketing sul proprio sito web richiede l’intervento tecnico di un webmaster, per l’inserimento di un codice JavaScript che “tracci”, tramite un cookie anonimo, la navigazione dei singoli utenti. Per attivare una strategia di remarketing efficace occorre seguire alcuni utili consigli: vediamo quali!

1.Individua il giusto target.

Filtrare i visitatori del proprio sito è fondamentale, dividendoli per segmenti specifici come la provenienza geografica, gli interessi, etc. In questo modo potrai sottoporre loro annunci personalizzati e specifici che rimandino al tuo sito web e che maggiore sarà la loro specificità, maggiore sarà la loro possibilità di successo.

2. Presta attenzione ai contenuti.

Quella del remarketing è una procedura delicata: non dimenticare mai che si tratta di convincere un tuo visitatore a concludere un acquisto che non ha voluto concludere in un primo momento: cerca quindi di riproporre i tuoi contenuti in modo efficace, persuasivo e attraente, per attirare l’attenzione del consumatore e invogliarlo a completare l’azione.

3. Assicurati di avere una landing page efficace.

La tua Landing Page è il “luogo” in cui i tuoi visitatori “atterreranno” dopo aver cliccato sul link che gli avrai proposto: in questo spazio nulla deve essere lasciato al caso: le informazioni devono essere chiare, semplici e dirette, la grafica curata ed efficace e tutti gli elementi che la compongono devono essere rivolti a guidare il visitatore verso un semplice completamento del processo d’acquisto. Non hai una landing page? Non preoccuparti, possiamo consigliarti chi potrebbe aiutarti!

4. Monitora la tua campagna di remarketing.

Un monitoraggio della tua campagna è fondamentale per capire se la tua strategia sta funzionando a dovere, e per correggere il tiro e sperimentare nuove strade: tieni presente che una campagna efficace ha bisogno di una strategia iniziale in cui pianificare e delineare i propri obiettivi: senza una attenta strategia operativa rischi di sprecare energie e risorse: ottimizzale al meglio!

5. Se il remarketing ha funzionato, è il momento del retargeting!

Una volta che la tua campagna avrà dato i risultati sperati, ovviamente non vorrai che gli stessi utenti che hanno concluso l’acquisto visualizzino ancora i tuoi annunci: è tempo di concentrarsi su un nuovo target, separando i clienti acquisiti da quelli ancora da acquisire ed invogliandoli con sconti, offerte e promozioni ad hoc, pianificate sulla base delle loro richieste, che grazie ad un adeguato monitoraggio avrai imparato a conoscere.

Lascia un commento