Lavoro

Cerchi lavoro? Attento a cosa “posti”, i recruiters ti osservano!

cerco lavoro

Il mondo dei social network rappresenta sempre di più una finestra sui nostri gusti e sui nostri pensieri: lo sanno bene i recruiters, che col passare del tempo stanno dando sempre più peso a ciò che esprimiamo sui nostri canali social, e al modo in cui lo facciamo. Vediamo alcuni consigli per avere un profilo impeccabile!

Siamo ciò che postiamo?

Per molti recruiters indubbiamente si! Ultimamente infatti i social networks, sia quelli votati all’uso professionale che quelli più generici hanno assunto un ruolo sempre più determinante nel processo di selezione dei candidati, superando a volte anche il valore di CV e lettere di presentazione.

E’ quanto emerge da una ricerca del gruppo Hays, società specializzata in recruiting, che sottolinea quanto saper gestire il proprio profilo social risulti spesso determinante: presentarsi quindi “in ordine” anche sui nostri profili social (da LinkedIn a Facebook) può essere davvero determinante: i profili Facebook o Twitter, se lasciati ingenuamente “aperti”, possono essere una vera “miniera d’oro” per i recruiters a caccia di informazioni sul nostro stile di vita, sulle nostre frequentazioni, vizi e abitudini; informazioni che, certamente, non appariranno nel nostro curriculum!

Se avete paura che il vostro profilo social possa presentare delle “falle”, seguite con attenzione i consigli che vi riportiamo:

1. Nessuno ti conosce meglio di Google: cercati!

Ti sei mai cercato su Google? No? Allora forse è ora di cominciare.
Scoprirai quello che di te è contenuto in rete, valutando cosa è opportuno che ci rimanga e cosa invece sarebbe meglio eliminare. Controlla inoltre che i siti sui quali hai pubblicato il tuo curriculum abbiano la versione più aggiornata di quest’ultimo. Dai di te sempre un’immagine “up to date”!

2. Guarda i tuoi concorrenti.

Osservare i propri colleghi è importantissimo: non avere quindi paura di intrecciare relazioni, seppur virtuali, con loro, dando vita ad un confronto e a scambi di informazioni che possono giovare ad entrambi.

3. Pensa anche alla privacy!

Intendiamoci: non tutto quello che affidi al web deve essere alla portata di tutti: imposta perciò parametri di privacy specifici per i tuoi contenuti, scegliendo accuratamente quali rendere pubblici e quali no; fai in modo che le foto che ritraggono i tuoi traguardi lavorativi siano sempre visibili a chiunque e in discreta evidenza, mentre magari conserva gelosamente per te e gli amici più stretti le foto delle vacanze o dei momenti più intimi.

4. Il tuo linguaggio, il tuo ritratto.

Non dare mai per scontata una cosa ovvia: chi ti cerca sul web non ti conosce. Fai quindi attenzione ad utilizzare un linguaggio consono, chiaro, pulito e che trasmetta sicurezza e cordialità: ciò che scriverai nei tuoi profili è il tuo biglietto da visita, fai in modo di utilizzarlo in maniera vincente!

5. Postare sì, ma con parsimonia!

Condividere link e documenti, magari corredati da una impressione personale, aiuta gli altri a farsi un’idea su di te, sulle tue idee e sui tuoi gusti. Attenzione però a non condividere contenuti in modo ossessivo, o annoierai il tuo “pubblico”!
Cerca sempre il giusto equilibrio, e non dimenticare mai che là fuori, “qualcuno”… ti guarda!