Lavoro

Alla scoperta delle professioni più richieste (e pagate) del 2017

lavori piu richiesti 2017

Il 2016 sta per terminare ed è per tutti, come sempre, tempo di bilanci e previsioni: professionisti e aziende fanno il punto della situazione, valutano nuove strategie o consolidano quelle che hanno già adottato: anche in quello che è il mondo del lavoro, molti si chiedono quali saranno le professioni più richieste del 2017 e in che modo si imporranno.

Quali saranno, dunque, i lavori più richiesti e meglio retribuiti del 2017?

Secondo Antal Italy, società di recruiting di livello internazionale, nel corso del 2017 più della metà delle aziende italiane investirà capitali e risorse nella ricerca e assunzione di professionisti del digitale, con particolare attenzione verso figure specifiche fra cui:

  • multichannel architect
  • esperti nell’analisi e nel trattamento dei big data
  • professionisti della sicurezza informatica.

Alla scoperta delle nuove professioni del digitale

 

lavori2017

Per alcuni sicuramente questi termini non diranno molto: sono nuove figure professionali che fanno parte della nuova galassia di competenze sbarcate con l’avvento del digitale e dei social media. Molte di queste professioni le avevamo già descritte in un nostro articolo di qualche tempo fa.

Il Multichannel Architect  si occupa di progettare l’architettura di un software.

Si tratta di una professione che opera in ambienti spesso molto complessi e che richiede grande conoscenza dei linguaggi e delle tecnologie, capacità di problem solving fuori dal comune e un aggiornamento e studio continuo. Trovare professionisti qualificati è talmente difficile che circa il 25% delle posizioni rimangono scoperte per mancanza di validi candidati. Questo non fa che spingere le aziende a retribuire ottimamente i professionisti più qualificati: lo stipendio medio per un multichannel architect  va dai 35.000 euro per le figure junior ai 70.000 euro per le figure senior (con esperienza almeno decennale nel campo).

Gli Esperti nell’analisi dei big data sono invece degli analisti il cui compito consiste nell’analizzare enormi quantità di dati  per poi tradurli in strategie chiave per il successo dell’azienda. Sono professionisti con una preparazione informatica molto solida, una buona comprensione degli aspetti tecnologici e allo stesso tempo ottimi conoscitore degli aspetti aziendali. La retribuzione media per le figure che operano in questo campo va dai 38.000 ai 60.000 euro per un data scientist, dai 50.000 ai 70.000 per un infrastructure administrator big data e dai 60.000 ai 120.000 per le figure senior che hanno maggiore esperienza.

Veniamo ora ad una professione sempre più richiesta, soprattutto in questi ultimi tempi, visto l’enorme mole di attacchi informatici che si sono registrati nel corso del 2016: un Professionista di IT Security, oggi, per tantissime aziende è una figura assolutamente irrinunciabile e per cui le aziende sono ben disposte a spendere cifre più che rilevanti: le figure junior hanno uno stipendio medio che va dai 26.000 ai 32.000 euro, mentre i professionisti di livello senior possono arrivare anche fino ai 65.000 euro.

Il 2017, come già sapevamo, sarà quindi un anno sempre più all’insegna del digitale e della tecnologia: se siete alla ricerca di lavoro e avete un percorso di studi che può aprirvi le porte delle nuove professioni del digitale, potrete raccogliere importanti soddisfazioni da quello che offre il nuovo mercato del lavoro; ma non scordatevi di tenervi sempre informati ed aggiornati: con l’incessante correre dell’evoluzione tecnologica, corre anche il bisogno delle aziende di poter contare su professionisti preparati ed informati.

In bocca al lupo!

 

Lascia un commento