Lavoro, Marketing

La pubblicità motore dell’Europa: quando l’ADV genera reddito e forza lavoro

pubblicità europa

La pubblicità riempie la nostra vita.
La presenza e l’importanza dei messaggi pubblicitari all’interno delle nostre giornate è un fenomeno evidente in ogni momento della nostra vita: da ciò che vediamo quando siamo per strada o sui mezzi pubblici, a ciò che visualizziamo sullo schermo del nostro pc o smartphone, niente è immune dalla pubblicità e dai suoi messaggi.

Una ulteriore conferma del detto “la pubblicità è l’anima del commercio”, o della famosa frase di Henry Ford, che sosteneva che “Chi smette di fare pubblicità per risparmiare soldi è come se fermasse l’orologio per risparmiare il tempo”.

La pubblicità e il suo valore effettivo

Ma qual è il contributo economico e sociale reale che la pubblicità dà ai paesi dell’Unione Europea?

A dare una risposta a questa domanda ci ha pensato lo studio Value of Advertising, condotto da Deloitte per conto della World Federation of Advertisers, attraverso un modello econometrico basato sui dati degli investimenti pubblicitari relativi agli ultimi 17 anni:
la ricerca ha evidenziato che in Europa  ogni euro speso in pubblicità produce 7 euro di Pil.
Ciò significa che i 92 miliardi spesi in pubblicità nel 2014 hanno prodotto 643 miliardi di Pil, contribuendo al 4,6% della ricchezza prodotta nell’Unione.

ADV: una risorsa per la forza lavoro

Ma la pubblicità, oltre a produrre profitti e movimentare l’economia, rappresenta una risorsa notevole per il mercato del lavoro: sono infatti 5,8 milioni i posti di lavoro occupati nel settore, pari al 2,6% dell’intera occupazione europea.
Posti che si dividono nei campi dell’editoria, del web, della produzione video e della grafica e nella pianificazione e vendita.
L’apporto dato dalla pubblicità alle varie piattaforme media, inoltre, consente agli utenti di poterle utilizzare in modo del tutto gratuito: sono innumerevoli infatti i canali e le piattaforme che si sostengono unicamente con i profitti derivanti dagli investimenti pubblicitari; piattaforme che coinvolgono milioni di utenti che possono usufruire gratuitamente dei loro servizi. Senza questa fonte di finanziamento andrebbero sparendo molte delle piattaforme con le quali interagiamo con gli altri, lavoriamo e ci informiamo: senza l’apporto economico della pubblicità, conclude lo studio di Deloitte, avremo probabilmente un’Europa più povera, meno informata e meno competitiva.

Hai bisogno di una consulenza sulla tua comunicazione?
Scopri i servizi di JobGroup!

 

 

Lascia un commento